Differenza tra materiali SS304 e SS316

Gli acciai inossidabili SS316 devono essere solitamente utilizzati per le ringhiere installate vicino a laghi o mari. SS304 sono i materiali più comuni per interni o esterni.
 
Come gradi base americani AISI, la differenza pratica tra 304 o 316 e 304L o 316L è il contenuto di carbonio.
Gli intervalli di carbonio sono dello 0,08% massimo per 304 e 316 e dello 0,030% massimo per i tipi 304L e 316L.
Tutti gli altri intervalli di elementi sono essenzialmente gli stessi (l'intervallo di nichel per 304 è 8,00-10,50% e per 304L 8,00-12,00%).
Esistono due acciai europei del tipo "304L", 1.4306 e 1.4307. Il 1.4307 è la variante più comunemente offerta, al di fuori della Germania. 1.4301 (304) e 1.4307 (304L) hanno intervalli di carbonio dello 0,07% massimo e dello 0,030% massimo, rispettivamente. Le gamme di cromo e nichel sono simili, il nichel per entrambi i gradi ha un minimo dell'8%. 1.4306 è essenzialmente un grado tedesco e ha un Ni minimo del 10%. Ciò riduce il contenuto di ferrite dell'acciaio e si è rivelato necessario per alcuni processi chimici.
I gradi europei per i tipi 316 e 316L, 1.4401 e 1.4404, corrispondono a tutti gli elementi con gamme di carbonio dello 0,07% massimo per 1.4401 e 0,030% massimo per 1.4404. Esistono anche versioni ad alto Mo (2,5% minimo di Ni) di 316 e 316L nel sistema EN, rispettivamente 1.4436 e 1.4432. A complicare ulteriormente le cose, c'è anche il grado 1.4435 che è alto sia in Mo (2,5% minimo) che in Ni (12,5% minimo).
 
Effetto del carbonio sulla resistenza alla corrosione
 
Le "varianti" a basso tenore di carbonio (316L) sono state stabilite come alternative al grado di gamma di carbonio "standard" (316) per superare il rischio di corrosione intercristallina (decomposizione della saldatura), che è stato identificato come un problema nei primi giorni dell'applicazione di questi acciai. Ciò può verificarsi se l'acciaio viene mantenuto a una temperatura compresa tra 450 e 850 ° C per periodi di diversi minuti, a seconda della temperatura e successivamente esposto ad ambienti corrosivi aggressivi. La corrosione avviene quindi vicino ai bordi del grano.
 
Se il livello di carbonio è inferiore allo 0,030%, questa corrosione intercristallina non si verifica in seguito all'esposizione a queste temperature, specialmente per il tipo di tempi normalmente sperimentati nella zona termicamente alterata delle saldature in sezioni "spesse" di acciaio.
 
Effetto del livello di carbonio sulla saldabilità
 
Si ritiene che i tipi a basso tenore di carbonio siano più facili da saldare rispetto ai tipi di carbonio standard.
 
Non sembra esserci una ragione chiara per questo e le differenze sono probabilmente associate alla minore resistenza del tipo a basso tenore di carbonio. Il tipo a basso tenore di carbonio può essere più facile da modellare e formare, il che a sua volta può anche influenzare i livelli di stress residuo lasciato all'acciaio dopo la formatura e l'adattamento per la saldatura. Ciò può comportare che i tipi di carbonio "standard" necessitino di più forza per mantenerli in posizione una volta montati per la saldatura, con una maggiore tendenza al ritorno elastico se non adeguatamente tenuti in posizione.
 
I materiali di consumo per saldatura per entrambi i tipi sono basati su una composizione a basso tenore di carbonio, per evitare il rischio di corrosione intercristallina nella pepita di saldatura solidificata o dalla diffusione del carbonio nel metallo originario (circostante).
 
Doppia certificazione di acciai a bassa composizione di carbonio
 
Gli acciai prodotti commercialmente, utilizzando gli attuali metodi di produzione dell'acciaio, sono spesso prodotti come tipo a basso tenore di carbonio come ovvio a causa del controllo migliorato nella moderna produzione di acciaio. Di conseguenza, i prodotti finiti in acciaio sono spesso offerti al mercato con la "doppia certificazione" per entrambe le designazioni di qualità, poiché possono essere utilizzati per fabbricazioni che specificano entrambi i gradi, all'interno di uno standard particolare.
 
304 tipi
 
BS EN 10088-2 1.4301 / 1.4307 secondo lo standard europeo.
ASTM A240 304 / 304L O ASTM A240 / ASME SA240 304 / 304L secondo gli standard americani sui recipienti a pressione.
316 tipi
 
BS EN 10088-2 1.4401 / 1.4404 secondo lo standard europeo.
ASTM A240 316 / 316L O ASTM A240 / ASME SA240 316 / 316L, secondo gli standard americani sui recipienti a pressione.

Tempo post: agosto 19-2020